"Ipersessualizzazione dei giovani nel mondo digitale"

3,00 €
Tasse incluse

"Ipersessualizzazione dei giovani nel mondo digitale. Manuale di sopravvivenza per i genitori."

42 pagine

Nuova edizione - La Biblioteca di Pro Vita e Famiglia 08

Quantità

  • Politiche per la sicurezza (modificale con il modulo Rassicurazioni cliente) Politiche per la sicurezza (modificale con il modulo Rassicurazioni cliente)
  • Politiche per le spedizioni (modificale con il Modulo rassicurazioni cliente) Politiche per le spedizioni (modificale con il Modulo rassicurazioni cliente)
  • Politiche per i resi merce (modificale con il Modulo rassicurazioni cliente) Politiche per i resi merce (modificale con il Modulo rassicurazioni cliente)

I genitori sono generalmente riconosciuti come gli iniziali educatori all’affettività e alla sessualità dei loro figli, insegnando amore, affetto e rispetto per il proprio corpo fin dalla nascita. In età adolescenziale, invece, gli studenti delle scuole medie e superiori in genere riferiscono di apprendere meglio le informazioni sessuali dai coetanei dello stesso sesso.

Genitori e coetanei sono importanti fonti di informazione sessuale, ma non sono le uniche e forse nemmeno le più influenti. In diversi studi, i media generalmente si collocano tra i primi tre mezzi di informazione riguardo la sessualità, spesso dopo i coetanei e la scuola. Talvolta, sono addirittura risultati essere la principale fonte di informazioni sulla sessualità e la salute sessuale. In una ricerca, il 94% dei giovani intervistati ha dichiarato di guardare alla televisione e al cinema per gli esempi di amore romantico. I media, quindi, giocano un ruolo fondamentale nell’informazione e socializzazione sessuale.

Purtroppo, nella società contemporanea, la sana sessualità è sempre più minata e deformata da un fenomeno in costante crescita, soprattutto nei media: la sessualizzazione.

125 Articoli